Negli ultimi anni, gli studenti provenienti dalla scuola media hanno iniziato a conoscere meglio  il valore della formazione tecnica. Statistiche alla mano ci dicono che un Istituto Tecnico e un Professionale, questo nella sua tipicità, possono aprire molte più strade di altre scuole superiori. Il nostro paese è pieno di piccole e medie imprese sempre alla ricerca di manodopera specializzata, e in molte zone la domanda di lavoro per queste figure professionali è veramente molto alta. 

Gli istituti tecnici e, in misura diversificata gli istituti professionali, hanno nel loro piano di studi materie specifiche che permettono di imparare una professione o un mestiere, quindi permettono dopo 5 anni di offrirsi con profitto al mercato del lavoro. Questa tipologia di scuole, ricca di laboratori all’avanguardia, non solo rappresenta  delle eccellenze nel settore del progresso tecnologico operativo, ma sono una valida scelta, anche per proseguire con qualsiasi percorso, gli studi universitari.

Nel valutare l’indirizzo di studio, si deve pensare concretamente a quale lavoro piacerebbe fare da grande. Ma soprattutto, anche se all’età di 14 anni è obiettivamente molto presto, valutare se questo di tipo di professionalità verrà poi concretamente richiesta. Potrebbe trattarsi di una scelta molto lungimirante. Le scuole superiori, infatti, cominciano a prepararti verso un futuro lavorativo, quindi è bene pensarci al momento della scelta. Anche il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), nell’intento di informare maggiormente sul valore dell’istruzione tecnica, ha prodotto materiali che mettono in risalto concetti come “la cultura tecnico-scientifica è la forza motrice dello sviluppo”, “gli Istituti Tecnici e gli Istituti Professionali sono le vere scuole del Made in Italy” ed ancora “la preparazione tecnica e scientifica è la carta vincente per il tuo futuro”.

“La peculiarità dell’Industria 4.0 è soprattutto la robotica: dispositivi meccanici vengono automatizzati con parti elettroniche e logica informatica; da questa integrazione nasce così la Meccatronica, che da più trent’anni viene studiata nel nostro Istituto, che forma Diplomati Tecnici sempre ricercati nel mondo del lavoro.”

La chimica in Italia, consapevole delle sfide, evidenzia da anni un impegno nella ricerca crescente e  sempre più focalizzato a promuovere uno sviluppo rispettoso dell’ambiente, affrontando con successo le grandi sfide del cambiamento climatico e della disponibilità limitata di risorse. Secondo l’ultimo Rapporto Greenitaly, la quota di imprese che investono in tecnologie e prodotti a maggior risparmio energetico e/o minor impatto ambientale è ormai maggioritaria (57%) e di gran lunga superiore alla media manifatturiera (38%). Le informazioni fornite dalle imprese, sulla ricerca per la chimica sostenibile, mostrano chiaramente che l’impegno sul fronte ambientale coinvolge numerosi aspetti e richiede l’impiego e lo sviluppo di un ampio spettro di tecnologie: tra i principali ambiti, figurano il più efficace trattamento delle acque reflue (45% delle imprese partecipanti all’Annuario), la riduzione delle emissioni di gas serra (54%), la chimica da fonti rinnovabili (62%) e le biotecnologie (45%). I nostri laboratori forniti di apparecchi all’avanguardia, permettono studi e prove su un ampio spettro di tematiche, oggi irrinunciabili.  

Il Grafico oggi è ovunque intorno a noi, in ogni momento della nostra giornata: dalle icone sul nostro smartphone alle interfacce dei nostri blog e social network preferiti, sui libri e le riviste, nei programmi in tv, sugli scaffali del supermercato e sulla segnaletica che ci permette di raggiungere le nostre destinazioni. E’ un progettista di comunicazione visiva che ragiona in termini di sistemi di comunicazione, insiemi complessi che coinvolgono media, strumenti e linguaggi articolati e tra loro differenti, definendone con chiarezza obiettivi, linguaggi. I contesti principali in cui si troverà a operare, sono studi grafici che sempre più frequentemente lavorano su più versanti e nei reparti comunicazione e design di aziende, case editrici, web agency, agenzie di pubblicità.  I caratteri tipografici, la composizione della pagina, la genesi e la percezione di forme e colori, vanno di pari passo all’”Unicità” che ci appartiene da sempre e che rappresenta il processo stesso che ha fatto diventare famosa la nostra città nel mondo: la lavorazione della Carta. La possibilità di operare in una mini cartiera vera e  propria, è l’opzione di lusso che completa il nostro corso di Grafica e Comunicazione opzione Tecnologie cartarie.    

Fra tanti aspetti davvero degni di nota che ci appartengono come Istituto, non possiamo non richiamare, in un mondo in cui impera la comunicazione, dove le tecnologie dell’informazione e della comunicazione stessa sono alla base di tutte le attività, specie di tipo professionale, e rivestono un ruolo sempre più importante nella nostra vita quotidiana, l’indirizzo di Informatica (anche serale). Se da un lato è vero che i giovani utilizzano frequentemente i moderni strumenti informatici, è altrettanto vero che la loro conoscenza di questi strumenti è sovente alta per determinati aspetti, ma magari frammentaria e non sufficiente per contesti richiesti nell’ambito di innumerevoli campi lavorativi elevati. E’ quindi fondamentale un processo di formazione specifico, che può risultare particolarmente efficace se seguito da una certificazione che attesti le competenze e le conoscenze informatiche acquisite. Le certificazioni saranno poi spendibili nel mondo del lavoro ed in quello universitario.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicazione Graduatorie Personale ATA
BORSE DI STUDIO FONDAZIONE MERLONI
24 GIUGNO 2021, CHIUSURA SCUOLA PER FESTA PATRONO