L’Italia è un Paese magico e creativo, dove nascono situazioni e cose che non ti aspetti. Alle elezioni
politiche di questo anno, avvenute recentemente, si è presentato anche un misterioso partito: il PVU Il
Partito del Valore Umano(PVU) è un movimento atipico che sovverte i normali canoni della politica
scegliendo come suo cavallo di battaglia qualcosa che sembra ormai materiale per favole:la dignità
dell'essere umano. Il loro simbolo è un logo che vede l’utilizzo di un cuore centrale di colore magenta,
dall’apice sette raggi bianchi vanno ad indicare nella parte sottostante una serie di 4 cerchi concentrici che
come un’onda di risonanza di una goccia caduta in un liquido creano un effetto ottico gradevole, questi
ultimi sono in negativo (in bianco) sul colore magenta del cuore e in colore azzurro sul fondo bianco ed il
tutto è racchiuso in un cerchio disegnato da un filo sottile azzurro. E’ nato nel Progetto COEMM, ma è bene
capire che COEMM e PVU non sono la stessa cosa: il partito è un'entità a sé e nel partito non è presente
nessuna persona facente parte dell'associazione COEMM, né tantomeno è un suo organo politico. Del
partito semmai fanno parte liberi cittadini presenti nei vari CLEMM, circoli locali indipendenti
dall'associazione COEMM. Quello che si è verificato invece è che i fondatori del PVU si sono impegnati a
promuovere nel proprio programma, tutte le riforme già proposte da COEMM, e da parte sua COEMM si è
impegnato a monitorare continuamente quanto viene fatto dal partito, per verificare che ogni promessa sia
mantenuta. E’ nato per volontà di numerose persone, di varie parti d’Italia e di diversa matrice sociale ed
esperienza politica, che ritrovandosi e discutendo, hanno preso atto della impossibilità che gli attuali partiti,
essendone i principali responsabili, vogliano e possano affrontare le gravi questioni che attanagliano il
presente ed il futuro del nostro paese. Questo partito lavora per favorire la nascita e lo sviluppo di tutte le
forme e le esperienze di democrazia diretta e dal basso, ed è ben lieto di collaborare con i soggetti politici e
sociali che perseguono i suoi stessi obiettivi, che siano dotati di regole interne democratiche, di un bilancio
trasparente, che dicano quello che fanno e facciano quello che dicono, che non partecipino al teatrino della
politica ma operino tenendo sempre al centro il bene comune. Chi rispetta tutte le richieste potrà essere
loro alleato nella società e nelle prove elettorali ed Inoltre potrà concorrere, contribuire, promuovere ed
attivare forme di democrazia e di politica dal basso, strutture di formazione delle classi dirigenti iniziative di
nomina popolare dei candidati alle cariche elettive, progetti, programmi, attività a larga e qualificata
partecipazione (dalla ideazione all’attuazione) , strumenti di comunicazione innovativa, interattiva alle
campagne di opinione su problemi d’interesse generale e locale presenze diffuse nelle consultazioni
elettorali attraverso proprie liste o propri candidato con il sostegno di candidati portatori di idee e progetti
affini. Chissà come opererebbe se fosse eletto un giorno, veramente a forza di governo..?

Lorenzo Dell’Uomo e Lorenzo Raggi II A

Ti potrebbe interessare anche

GIOCHI D’AUTUNNO 2020
Eduscopio: per chi frequenta istituti tecnici cresce possibilità di trovare subito lavoro
PRIME PAROLE SULLA POSSIBILE CREAZIONE DI UN INDIRIZZO ALBERGHIERO A FABRIANO