Il 14 ottobre 2017 presso il nostro Istituto di Fabriano, la Newtec, azienda marchigiana, ha tenuto una conferenza per i ragazzi delle classi del triennio della specializzazione informatica. La Newtec è un’azienda marchigiana che nasce a Matelica nel 2003 come azienda sistemistica, e dal 2008 diventa un “internet service provider” che opera in suolo regionale. Questo incontro ha visto protagonisti due figure di spicco dell’azienda in questione, Paolo Todini proprietario della ditta e Antonio della Selva ingegnere che lavora al loro sistema di diffusione della banda internet (antenne). Questi signori hanno parlato dei ponti radio come innovazione nella possibilità di rendere il suolo marchigiano consono agli accordi dell’Agenzia per l’Italia Digitale(AgID), che entro il 2020 cerca di stabilire uno standard sulle connessioni internet in Italia. La Newtec ha quindi creato un suo sistema chiamato Wirtek, con lo scopo di ricoprire tutta l’area marchigiana, senza utilizzare le connessioni via cavo. Il monopolio della Telecom in questo settore rende difficile e limitante l’utilizzo di strumenti Newtec, perché sarebbe difficile portare la connessione via cavo in certi punti del nostro territorio, data la presenza di numerosi paesi situati a considerevole distanza tra loro e con numerosi ostacoli nel mezzo del percorso. Quindi per risolvere queste problematiche il loro sistema utilizza i ponti radio, tramite antenne e quindi, in questa maniera, riescono con connessioni Wireless, a raggiungere i loro clienti;  utilizzano invece i classici cavi per collegare le antenne al sistema principale (tranne per i ripetitori sparsi per il territorio). Sono riusciti a spiegare questi concetti cercando di non andare troppo nel dettaglio, arrivendo perfettamente a spiegarci il funzionamento e i problemi di un “internet service provider”. Questi signori si sono anche soffermati sull’importanza di essere un’azienda regionale, spiegandoci come anche le più piccole cose (come il nostro accento) riescano a rendere più semplici o difficili la risoluzione dei problemi relativi alle segnalazioni dei clienti. Questo incontro prettamente teorico è stato solo l’inizio di questa esperienza. Infatti una settimana dopo, siamo andati a vedere di persona le antenne e il loro funzionamento sul monte San Vicino. Dopo una bella scampagnata siamo riusciti a “toccare” praticamente quello che abbiamo visto solo teoricamente una settimana prima. In questo modo abbiamo potuto assimilare il concetto, non solo dal punto di vista scolastico, ma anche riguardo l’aspetto pratico del lavoro operativo. Questi due incontri hanno fatto incontrare e  amalgamare perfettamente quello che dovrebbe essere il progetto Alternanza Scuola-Lavoro, rendendo utile e pratico quello che abbiamo imparato. La Newtec, si deve dire,  è un’azienda affidabile che dà la giusta attenzione all’utilità che questo programma può dare a noi giovani, non solo con questi incontri, ma anche con vere “sessioni lavorative” durante le vacanze estive. Personalmente conoscevo già questa azienda da prima e ho trovato i suoi dipendenti e tanto competenti sui temi trattati. Per concludere quest’esperienza intendevo soffermarmi su un punto in particolare, cioè sull’utilità pratica e non solo teorica che abbiamo potuto incamerare con questa iniziativa. A differenza di alcune volte in cui gli incontri scolastici non riescono ad unire il pratico al teorico, lasciando tutto il discorso senza un punto preciso e rendendo di conseguenza, per chi non è realmente interessato, i concetti inutili e noiosi. Detto ciò spero che in futuro noi e anche chi verrà dopo di noi, potrà approfittare di queste esperienze nella loro totalità. Un grazie finale quindi è dovuto alla Newtec, al preside e all’insegnante di riferimento, che spero abbiano aperto un nuovo approccio al progetto Scuola-Lavoro, per noi studenti.

Luca Petriccione, 5°A Inf

Ti potrebbe interessare anche

GIOCHI D’AUTUNNO 2020
Eduscopio: per chi frequenta istituti tecnici cresce possibilità di trovare subito lavoro
PRIME PAROLE SULLA POSSIBILE CREAZIONE DI UN INDIRIZZO ALBERGHIERO A FABRIANO