Storicamente la Massoneria si è impegnata nella creazione di uno stato laico e democratico e hanno preso parte a ciò i padri dell’ Italia risorgimentale e dell’ unità nazionale come Garibaldi. Persone che sono riuscite a formare l’ Italia ma non gli italiani, a causa dello scontro con la chiesa. Tutto ciò ci può portare a pensare che la Massoneria fosse un avvenimento antireligioso ma non è così. Ha preso piede dopo la rivoluzione inglese e In quel periodo l’ Inghilterra era considerata “l’isola di Santi” che avrebbe sconfitto il Papa e le monarchie cristiane. Il suo obiettivo era quello di creare un nuovo modello religioso basato sulla tolleranza, l’altruismo, la ricerca della verità… quindi possiamo dire che essa nasce in ambiente cristiano ma si tratta di un cristianesimo eretico e fanatico. Ma come nasce l’odierna Massoneria? Sia il nome che le forme derivano da corporazioni medievali formate da costruttori di edifici, muratori e tagliapietre di alta capacità professionale. Le loro confraternite erano incaricate di costruire edifici imponenti come abbazie e cattedrali. Non erano sedentari, ma tendevano a spostarsi dove il lavoro li chiamava, inoltre erano protetti e finanziati da vescovi e principi. Saranno soprannominati “liberi muratori” in quanto esenti da tasse e soprusi. Erano portatori di segreti professionali ed esperienze che si scambiavano all’ interno di logge che solitamente nascevano vicino a cantieri. Dato che erano muratori ed artigiani, ispirarono i loro simboli a strumenti come la livella, il filo a piombo e il compasso. Inoltre fa parte dei loro simboli la lettere G che sta a formare l’acronimo G.A.D.U. Cioè grande architetto dell’ universo.  A partire dal XVII secolo iniziarono ad accogliere nelle proprie associazioni studiosi di scienze che, in poco tempo, divennero l’elemento fondamentale, ridimensionando quello precedente formato da soli artigiani. Nonostante questo cambiamento, rimasero indistinti gli usi, i costumi e il cerimoniale della società.  L’aspetto iniziatico è legato a rituali di passaggio che simbolicamente rappresentano dei gradi di perfezionamento dell’ individuo attraverso un lavoro su se stesso. Ci sono in tutto tre gradi: apprendisti, compagni e maestri. Gli apprendisti hanno il compito di superare gli istinti egoistici e distruttivi, i compagni hanno l’obiettivo di ricercare l’armonia attraverso lo studio della scienza e dell’arte, infine i maestri hanno come scopo il raggiungimento di sè e del tema della morte. Ogni loggia era formata da questi tre gradi.  Le assemblee consistevano in un pasto conviviale, una conferenza, una discussione e una colletta. Vi era l’obbligo, infatti, della beneficienza che si fondava su diverse iniziative di riforma economica e sociale. Contro la Massoneria, però, si schierò la chiesa cattolica, in vari posti ci furono persecuzioni e molte logge furono sciolte ma continuarono ad esistere, segretamente, sotto diverso nome. Nel 1925 la Massoneria fu sciolta dal fascismo e si ricostruì nel 1944. Dagli anni ’80 è tornata alla ribalta a causa della P2, la loggia a cui aderirono politici, militari e finanzieri che, sotto la guida di Licio Gelli, volevano destabilizzare la democrazia. Ad oggi molti politici, cantanti nazionali e internazionali e personaggi famosi fanno parte della Massoneria … ma questa è un’altra storia…

Erika Tarsi IV graf. e Com opz Carta

Ti potrebbe interessare anche

GIOCHI D’AUTUNNO 2020
Eduscopio: per chi frequenta istituti tecnici cresce possibilità di trovare subito lavoro
PRIME PAROLE SULLA POSSIBILE CREAZIONE DI UN INDIRIZZO ALBERGHIERO A FABRIANO