Nello scorso anno scolastico , 2016-2017, presso  l’aula magna dell’ istituto, si è svolto un incontro tra gli alunni dei corsi Grafica e Comunicazione opz tecnologie cartarie – Chimica ed alcuni rappresentanti dell’ azienda Lenzing. La Lenzing è una società per azioni austriaca, fondata nel 1938, ed è a capo di un gruppo di altre aziende che operano nel settore dei filati, della pasta-carta e delle materie plastiche. Leader del mercato mondiale, fornisce una gamma di prodotti che vanno dalla pasta di fibre standard, fino alle fibre speciali ed innovative. Durante la mattinata si è parlato principalmente di quello che è presente nel mercato, delle fibre speciali, in particolare della fibra Lenzing, dalla quale prende il nome l’azienda. Gli studenti, avendo sempre associato le fibre medesime alla sola produzione della carta, sono rimasti sorpresi dagli impieghi che se ne possono fare e che la ditta in questione mette in atto. La Lenzing ha mostrato la Lyocell: un tipo di filato cellulosico artficiale, considerato in assoluto più compatibile con l’ambiente. Si ricava dalla polpa del legno di eucalipto ed è una delle materie prime utilizzate nell’ industria tessile. Oltre che nel campo dell’ abbigliamento, viene utilizzato in settori meno comuni come cuoio sintetico, prodotti per l’igene, filtri e capi per le protezione dei lavoratori. L’ottima resistenza, la buona traspirabilità e l’assorbimento dell’ umidità sono le caratteristiche principali del Lyocell, che si presenta subito come un qualcosa di diverso ed innovativo; il cotone ha una consistenza ruvida ed irregolare a differenza di questo prodotto che risulta più liscio ed elastico. Fra le tante spiegazioni tutte molto approfondite, è stato illustrato un  progetto alla quale Lenzing stava lavorando, ovvero quello di sostituire il budello animale degli insaccati con uno speciale rivestimento fatto di materie.anche queste speciali.  Ultimamente l‘azienda ha presentato all’ industria nazionale del tessile il “Tencel luxe,” la prima fibra di cellulosa dedicata al settore della moda e del lusso che si iscrive in un percorso di innovazione e sviluppo sostenibile a fronte del continuo aumento della popolazione e della crescente preoccupazione dei consumatori per il futuro dell’ ambiente. Le fibre Tencel luxe sono di origine vegetale ed ecologica, prodotte a partire dalla polpa del legno di diverse varietà di alberi come l’eucalipto, l’abete rosso, il pino o la betulla. E‘ naturalmente traspirante e garantisce una perfetta solidità dei colori, permettendo così ai designer di esprimere la loro creatività sbizzarrendosi anche con le nuance più audaci. La giornata è risultata molto interessante dato che ha fatto conoscere una realtà sconosciuta a molti ragazzi, aprendo nuove opportunità di lavoro per il futuro.

Erika Tarsi IV Graf e Comun. Opz Carta

Ti potrebbe interessare anche

GIOCHI D’AUTUNNO 2020
Eduscopio: per chi frequenta istituti tecnici cresce possibilità di trovare subito lavoro
PRIME PAROLE SULLA POSSIBILE CREAZIONE DI UN INDIRIZZO ALBERGHIERO A FABRIANO