Dopo il confronto tra l’Istituto Superiore di Sanità, il ministro della salute Speranza e il presidente della Regione è arrivata la comunicazione ufficiale. Dalle ore 8 di mercoledì 17 febbraio e fino alle 24 di sabato 20 febbraio sarà vietato entrare e uscire senza giustificato motivo dal territorio della provincia di Ancona, territorio che negli ultimi giorni ha registrato un aumento del contagio da Covid-19 con la presenza di alcuni casi di variante inglese. FONTE Giulia Mancinelli

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus SARS-CoV-2, a decorrere dalle ore 08:00 del 17 febbraio 2021 e fino alle ore 24:00 del 20 febbraio 2021, non sono consentiti spostamenti in entrata e in uscita dal territorio della Provincia di Ancona, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o da situazioni di necessità, ovvero per motivi di salute. Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita. E consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Il transito sul territorio é consentito qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti o nei casi in cui gli spostamenti sono consentiti dalla normativa vigente. Occorre sempre far uso della autocertificazione riguardo alle cause giustificative dello spostamento.

STRALCIO documento emesso dal Governatore delle Marche Francesco Acquaroli e poi girato alle scuole dal Direttore Generale Ufficio Scolastico Regione Marche Dott. Marco Ugo Filisetti

Ti potrebbe interessare anche

COVID19. AVVIO DEL PIANO VACCINALE DEL PERSONALE SCOLASTICO. Prime indicazioni
LETTERA DEL NEO MINISTRO PATRIZIO BIANCHI
DIDATTICA A DISTANZA software libero